Introduzione HomeGalleria delle immaginiGalleria dei videoLibro degli ospiti
ProLoco Cellere (vt)
Ricette Tipiche
IN CUCINA CON ZIA CELINA
                   



PAN di SPAGNA

Dose per 6 persone:

3 uova

1 cucchiaio abbondante di strutto (o burro)

75 grammi di farina setacciata

90 grammi di zucchero

La buccia grattugiata di mezzo limone

Mezza bustina di lievito

 

PREPARAZIONE

Separare gli albumi dai tuorli e lavorare questi ultimi con lo zucchero (utilizzando uno sbattitore elettrico); unire la buccia grattugiata del limone (facendo attenzione a non grattugiare il bianco), il lievito e far cadere a pioggia la farina, mescolando con un mestolo.

Montare a neve gli albumi con una frusta elettrica ed incorporarli delicatamente al resto del composto, mescolando dal basso verso l’alto per inglobare aria.

Versare l’impasto in uno stampo rivestito di carta-forno e cuocere a 180° per circa 40 minuti in forno caldo.

Il Pan di Spagna puo’ essere utilizzato come base per torte, tiramisu’, cassate ecc.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


SALAME del RE

Dose per un salame:

4 uova intere

2 etti di farina

2 etti di zucchero

1 bustina di lievito per dolci

La buccia grattugiata di 1 limone

Un barattolo medio-grande di crema alle nocciole

 

PREPARAZIONE

Sbattere le uova intere con lo zucchero (utilizzando uno sbattitore elettrico) fino ad ottenere un composto schiumoso; aggiungere (mescolando con un mestolo) la buccia grattugiata di un limone (facendo attenzione a non grattugiare il bianco che risulterebbe amaro), la farina setacciata e la bustina di lievito.

Distribuire il composto ottenuto in una teglia quadrata rivestita di carta-forno e cuocere in

 forno caldo a 180° per circa 20 minuti.

Una volta cotto l’impasto, rovesciarlo lentamente dalla teglia su un canovaccio bagnato e ben strizzato; spalmare sulla superficie la crema alle nocciole e, con molta delicatezza, arrotolare l’impasto su se stesso, aiutandosi con il canovaccio.

Ora il salame e’ pronto per essere affettato e gustato…buon appetito!



---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

SALAME al CIOCCOLATO



Dose per un salame:

4 tuorli

8 cucchiai di zucchero

250 grammi di burro

250 grammi di biscotti secchi (tipo digestive)

150 grammi di cacao amaro in polvere

2 cucchiai di rum

PREPARAZIONE

Sbattere per circa un quarto d’ora i tuorli con lo zucchero, unire il burro (sciolto a temperatura ambiente), i biscotti sbriciolati non troppo finemente, il cacao e il rum.

Mescolare bene e compattare il tutto avvolgendo il composto nella carta stagnola, dandogli una forma di salame.

Mettere in frigo per almeno 2 ore.

Tagliare il salame a fette e servirlo tal quale o accompagnato da panna montata, oppure spolverizzarlo con il cacao.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
BISCOTTO DI SANT' EGIDIO



Dose per un Biscotto

 

4 uova

 

mezzo kg di zucchero

 

mezzo l di latte

 

1 hg di strutto

 

 mezzo bicchiere d’olio

 

150 g di lievito di birra

 

La buccia grattugiata di mezzo limone

 

Un pizzico di sale per ogni uovo

 

Liquore q.b. (a me piace il rum)

 

Farina: quanta ne raccoglie (l’impasto comunque deve risultare morbido ed elastico)

 

Disporre la farina a fontana su un tavolo;  all’interno inserire  le uova e sbatterle con una forchetta aggiungendo il sale. Successivamente aggiungere lo zucchero ( sempre mescolando per amalgamare) lo strutto, l’olio, la scorza grattugiata,il liquore e il lievito sciolto nel latte tiepido (mi raccomando di non scaldarlo troppo, altrimenti il lievito non fa più effetto). Gradualmente inserire la farina, aiutandosi con una forchetta; una volta assemblato il tutto, incominciare a impastare con le mani, fino ad ottenere un composto morbido ed elastico.

 

Far lievitare l’impasto per circa 4 ore.

 

Dividere l’impasto in pezzi da 6 etti ciascuno; dare ad ogni pezzo la forma di una ciambella (ognuno sarà un biscotto).

 

Imburrare o foderare con carta-forno delle grosse teglie rettangolari  e disporre su di esse i biscotti (il numero delle teglie varia in base a quanto si vuole distanziare i biscotti all’interno di ciascuna teglia; un minimo di distanza fra i vari biscotti ci deve comunque essere, altrimenti si attaccano fra loro durante la lievitazione e la cottura).

 

Far lievitare per altre 3 ore.

 

Infine, mettere in forno caldo e cuocere a 180° per circa 20 minuti.

 

A Cellere si usa portare a cuocere i biscotti nel forno a legna del panificio locale (così la cottura risulta migliore).

 

Una volta cotti, far raffreddare i biscotti e gustarli, magari affettandoli e cospargendoli di pasta alle nocciole!

P.S.  a piacere si possono aggiungere all’impasto dei semi di anice.


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


FAGIOLINI IN UMIDO


 

Dose per 2-3 persone:

 

mezzo kg di fagiolini puliti e lavati

 

1 spicchio d’aglio

 

un quarto di dado da brodo

 

3-4 pomodori maturi pelati  tagliati a pezzi + 4 cucchiai di passata di pomodoro

 

4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

 

Sale q.b.

 

2 bicchieri d’acqua

 

 

 

Mettere in un grosso tegame i fagiolini insieme a tutti gli altri ingredienti e far cuocere a fuoco lento per circa un’ora ; la durata varia in base al grado di cottura che si desidera  ( a seconda dei gusti ).

 

 Se i fagiolini di dovessero asciugare troppo durante la cottura, aggiungere gradualmente altra acqua (mi raccomando BOLLENTE, altrimenti si blocca la cottura).

A piacere si possono aggiungere delle fette di prosciutto tagliate a pezzi;  in questo caso e’ importante non esagerare con il sale, in quanto il prosciutto e’ già di per sé salato (eventualmente evitare di mettere il sale, visto che c’è anche il dado dà sapore).
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




















Come si Arriva
Cenni storici
Personaggi illustri
Monumenti
Museo del brigantaggio
Borgo medievale di Pianiano
Dove mangiare
Dove dormire
Feste & Tradizioni
Associazioni
Il Parco Timone
flora & fauna
Itinerari Turistici
Ricette Tipiche
Informazioni Utili
Link Utili
Introduzione HomeGalleria delle immaginiGalleria dei videoLibro degli ospiti
Copyright 2012 prolococellere Sitiwebs.com